Organo amministrativo delle società cooperative – novità della legge di bilancio 2018

precedente

Al dichiarato fine di potenziare il sistema di vigilanza sulle società cooperative, l'art. 1 comma 936 della legge 27 dicembre 2017 n. 205 (legge di bilancio 2018) ha modificato l'art. 2542 del codice civile, intervenendo sulle regole circa la composizione e la durata in carica degli organi amministrativi di tali società.
Ora tutte le società cooperative, sia che seguano il modello della s.p.a. sia che seguano quello della s.r.l., devono essere amministrate da un organo collegiale composto da almeno tre membri in carica per un periodo massimo di tre esercizi. In sostanza non sono più ammissibili l'amministratore unico, il cda di due membri e, nelle coop-s.r.l., le cariche a tempo indeterminato sino a dimissioni o
revoca.
Si segnala che la nuova disciplina non prevede una norma transitoria per le coop già esistenti con statuti e organi in carica non compatibili col novellato art. 2542 del codice civile.
Notai Alberto e Marco Lombardo

28 Dicembre 2017